mercoledì 6 ottobre 2010

Innocenti bugie

Se pensate che Innocenti bugie sia il solito, trito e ritrito action-movie con agente segreto in fuga e bella ma inconsapevole signora al seguito, beh… ci avete azzeccato!
Il nuovo lavoro di James Mangold (Ragazze interrotte e il più recente Quel treno per Yuma tra i suoi lavori migliori) è esattamente quello che ci si aspetta, e questo è il suo pregio più grande.

La storia prende le mosse dall’aeroporto di Wichita, dove i due protagonisti si incontrano casualmente (?). Cruise interpreta Roy Miller, un agente segreto in fuga dai suoi stessi colleghi, mentre Cameron Diaz è l’appassionata di auto d’epoca June Havens, in Kansas per via dei prezzi convenienti di marmitte e carburatori. I due salgono sullo stesso aereo, Miller è costretto a far fuori l’equipaggio, composto da spie, tanto può farlo atterrare lui in aperta campagna. Vista assieme al pericoloso Miller, Jane viene presa in consegna dalla CIA che pare non avere rosei progetti per lei, ma ci penserà Roy a liberarla e a cominciare con lei una lunga avventura per proteggere il misterioso Zefiro.

Solita, pessima traduzione dell’originale Knight and Day, Innocenti bugie svela da subito quel che vuole essere: puro intrattenimento. E in questo riesce benissimo. La trama è leggera e prevedibile, i personaggi sono stereotipati ma simpatici, le scene d’azione sono ben studiate. La mano di Mangold è leggera al pari della trama, lasciar fare ai protagonisti in questi casi è meglio. Il motivo? Tom Cruise è una garanzia quando si parla di film d’azione, e anche qui il quasi cinquantenne non sfigura neanche nelle scene più adrenaliniche, come allenamento per Mission Impossible 4 non c’è male. Anche Cameron Diaz riesce a cavarsela nei panni della ragazza della porta accanto che viene catapultata in un intrigo internazionale, così come Peter Sarsgaard interpreta senza infamia e senza lode il più classico degli antagonisti da spy story.

Del resto non sono tanto le prove attoriali o registiche a dare spessore a questo tipo di pellicola, quanto piuttosto il ritmo e la capacità di divertire. Da Boston a Siviglia, passando per Salisburgo, non ci si annoia mai; l’ironia e la piacevole sicumera di Roy e le crisi di June strapperanno più di una risata, sino all’happy end d’ordinanza.
Pur non aggiungendo assolutamente nulla a qualsiasi film del genere che abbiate già visto, Innocenti bugie riesce nella non sempre facile missione di far trascorrere un paio d’ore scarse di divertimento, giusto il tempo di finire i popcorn.

7 commenti:

  1. OT.
    E da quando in qua per far valere le proprie, giuste, ragioni si assaltano le sedi altrui?
    Vedi, hai ragione e tu sai da che parte sto: però non serve fare queste cose.
    Tu pensi che la Cgil sia contenta? No, e l'ha detto. Porterà ulteriori problemi, magari la fuoriuscita della FIOM dalla Cgil stessa.
    La Cisl è un Sindacato di pecoroni e lo sappiamo da sempre, ma non mi vanno queste cose.
    Dobbiamo batterli in un altra maniera: così questo Governo di squadristi veri avrà sempre il coltello dalla parte del manico.

    Per il film, non avevo dubbi, Drugo.Puttanate, che vanno bene tra un paio d'anni in terza serata alla TV...

    RispondiElimina
  2. OT.
    Come spesso accade, Amedè, siamo sulla stessa linea d'onda.
    Gli unici a giovarsi di queste cose sono quelli della "Cisl", cha passano da martiri, dopo aver leccato il culo alla FIAT, ed al Governo, che non vedeva l'ora, dopo l'attentato (se quello era) a Belpietro, di avere altra legna per il suo fuoco.
    La rivendicazione della FIOM è sacrosanta, giusta: alcune cose non sono accettabili, tantomeno in questo periodo. Quei quattro che hanno compiuto queste azioni sono certamente esasperati, magari disoccupati e senza prospettive. A loro va la mia assoluta fraternità.
    Dobbiamo combattere lo schifo con le idee e la compattezza, altrimenti rischiamo, ancora una volta, di dividere il fiume in tanti rivoli.
    Dan

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. Vecchio cammello, per fartela breve su quello che è successo con "Splinder" dovresti farti un giretto sul mi profilo di "FB",
    Se non ti va dimmelo, che te lo scrivo.
    Grazie per aver commentato il mio post.
    Dico sul serio, gran Matusalemme!
    :-D

    RispondiElimina
  5. Good day!This was a really brilliant theme!
    I come from roma, I was luck to discover your blog in baidu
    Also I get much in your blog really thank your very much i will come daily

    RispondiElimina
  6. Carino, con azione, humor e bei posti di sottofondo

    RispondiElimina